AREA RISERVATA

> Password dimenticata
> Nuova registrazione

 CARRELLO

Il carrello, al momento, non contiene alcun articolo!

Trigliceridi: quali fattori di rischio?

1546950294adobestock216882771farmasorrisoweb.jpg

 

Quando parliamo di grassi pensiamo subito al colesterolo. In realtà esistono altri lipidi nel nostro organismo, tra questi i trigliceridi.

 

Quando diventano pericolosi e quali caratteristiche assumono?   

 

Il colesterolo è prodotto dal fegato e rappresenta una normale componente della bile; è presente in tutte le cellule ed ha per lo più funzioni strutturali, fungendo da "mattone" per la costruzione delle membrane cellulari e la sintesi di molte importanti sostanze endogene come acidi biliari ed ormoni steroidei. I trigliceridi, invece, hanno per lo più funzioni di riserva energetica. Entrambi; trigliceridi e colesterolo possono essere presenti in quantità elevate nel sangue e diventare, dunque, meritori di attenzioni e terapie farmacologiche. 

 

Quali le cause dei trigliceridi alti?

 

Alcuni fattori sono di natura genetica, altri legati a condizioni parafisiologiche o patologiche. Le più comuni; sovrappreso e obesità, diabete melito, sindrome metabolica, insufficienza renale cronica, sindrome di Cushing, ipotiroidismo. Anche l'alimentazione gioca un ruolo determinante nell'aumento dei livelli trigliceridi; un eccessivo consumo di alcol come un'eccessiva ingestione di carboidrati risultano fatali per il nostro organismo. Infine alcuni farmaci; corticosteroidi, inibitori delle proteasi, beta-bloccanti, estrogeni per via orale, tamoxifene, retinoidi, diuretici tiazidici in testa per l'aumento dei livelli trigliceridi nel nostro organismo.  

 

Livelli elevati di trigliceridi portano con sé rischi per la nostra salute, tra questi la pancreatite acuta, patologia che si presenta con fortissimi dolori addominali e che deve essere immediatamente diagnosticata per correre ai ripari. Fattori di rischio anche per le patologie cardiovascolari e patologie epatiche gravi (cirrosi). 

 

Nel caso in cui i trigliceridi fossero troppo altri è importante correggere sovrappreso ed obesità, aumentare la quantità di attività fisica di tipo aerobico, ridurre o meglio evitare l'acol, ridurre il consumo di zuccheri semplici, consumare maggiori quantità di pesce e dove possibile sostituire la carne con i legumi.

Vuoi essere aggiornato sulle nostre promozioni?

Iscriviti alla nostra newsletter

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi della informativa sulla privacy

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.